Progetto accessibilità

La progettazione di un bagno a norma per persone con disabilità è un tema che approfondiamo da oltre quarant’anni e in questa sezione lo vogliamo condividere con voi.

Che cosa si intende per barriere architettoniche? Quali sono le dimensioni minime per un bagno accessibile? Quali sono i prodotti indispensabili da collocare nell’ambiente bagno e secondo quali criteri?

Qui a seguire potete trovare un cenno delle risposte, che sono trattate in modo ben più ampio nel pdf da scaricare. Per ogni ulteriore domanda non esitate a contattarci.

le normative

Le principali norme di riferimento per progettare un bagno per disabili sono:

spazi di manovra

L'immagine mostra l'ingombro medio di rotazione di 360° di una sedia a ruote: 150 x 150 cm
Rotazione di 360° (cambiamento di direzione)
L'immagine mostra l'ingombro medio di rotazione di 180° di una sedia a ruote: 140 x 170 cm
Rotazione di 180° (inversione di direzione)
L'immagine mostra l'ingombro medio di rotazione di 90° di una sedia a ruote: 140 x 140 cm
Rotazione di 90°
L'immagine mostra l'ingombro medio della manovra di svolta di 90° di una sedia a ruote: 140 x 170 cm
Svolta di 90°
L'immagine mostra l'ingombro medio dell'inversione di direzione con manovre combinate di una sedia a ruote: 140 x 170 cm
Inversione di direzione con manovre combinate

gli elementi essenziali

Gli elementi essenziali di un bagno per disabili sono:

esempi

Schema progettuale di esempio per bagno in casa di cura, pensionato, struttura per anziani, ecc..

Esempio di bagno in casa di cura, pensionato, struttura per anziani

Disposizioni idonea a gestione di utenti sia autosufficienti che non, con ampia area di sosta ed appigli in varie zone. Gestione del lavabo reclinabile con mixer a leva lunga; del Sanithand nella funzione WC con cassetta a zaino con comando pneumatico facilitato, e nella funzione bidet con miscelatore monocomando a dischi ceramici leva lunga.

Riferimenti